Aggregato edilizio

Disegni eseguiti a matita ripassati a china a mano libera e colorati a pastello.

Studio di ristrutturazione di un agglomerato edilizio composto di una casa padronale con aggiunta di una notevole cubatura edilizia, formata da edifici compositi e in parte fatiscenti o diroccati. Il progetto tende a restaurare la casa padronale, ristrutturare gli edifici a destinazione residenziale e a riconvertire ad abitazione edifici a destinazione agricola. Il tutto avviene anche con l’aggiunta di corpi di fabbrica che tendono a dare maggiore dignità formale al complesso.

Planimetria generale in cui si evidenziano le varie parti relative alla distribuzione dei percorsi, dei parcheggi, della “Piazzetta” e, attraverso una variazione del colore verde, la diversa proprietà dei lotti. Viene data anche un’indicazione di pavimentazione, ad andamento circolare, della “piazzetta”.

Piante dei vari livelli dell’organismo edilizio. Il disegno è meno preciso rispetto ai precedenti progetti ed è realizzato a mano per dare un’idea delle possibili soluzioni abitative senza approfondire, in quanto le soluzioni andavano discusse con la committenza.

Prospetti in cui vengono evidenziati attraverso il colore delle facciate ed attraverso il disegno degli eventuali materiali faccia-vista, i vari corpi di fabbrica.